Come sopravvivere, insieme ai bambini, alla noia e alla tensione da quarantena


Imprevisti. Se c’è una cosa che mette sotto stress anche le persone più serafiche, sono le incertezze. E passare diversi giorni chiusi in casa con i bambini, con la paura. Niente diversivi. Se il primo giorno ne approfittiamo per riposare e fare un po’ di quelle cose che avevamo tralasciato per il poco tempo, al decimo c’è di che farci sentire soffocati. Vediamo allora qualche dritta per riportare un po’ di allegria mentre cerchiamo di sopravvivere, insieme ai bambini, alla noia e alla tensione di una forzata permanenza in casa!

Come superare i periodi di tensione e noia mentre siamo chiusi in casa coi bambini

È inutile. Credo di essere una persona piuttosto positiva e ottimista, ma è difficile resistere quando si è letteralmente circondati da cattive notizie.

Date le circostanze, non si può neanche smettere di guardare i giornali.

“Mamma, che cos’è un virus?” si informa la grande;

“Mamma, perché dobbiamo tutti morire?” ecco.

Partono le domande esistenziali che ti fanno rimpiangere il “perché il cielo è blu?” (Perché almeno per quella posso sempre rispondere “Chiedi a papà!”)

Il cattivo umore si insinua sotto pelle, ancora più contagioso. Eventi annullati. Impegni cancellati. E domani, chissà.

Oltre a ciò, si aggiunge l’improvvisa diffidenza verso i contatti umani che fino a pochi giorni fa ci ricaricavano le batterie e ci riempivano di allegria.

Ma non voglio certo rincarare la dose. Oggi, per alleggerire un po’ l’atmosfera, anziché partire in lunghe digressioni filosofiche sulla vita di genitore, vorrei lasciarti qualche idea per cercare di riportare il sorriso in questi giorni un po’ difficili!

Idea per sopravvivere a noia e tensione#1: Ascoltare musica e ballare coi bambini

La paura e la tensione spesso hanno come effetto di rinchiuderci letterlamente in noi stessi.

Oltre ai limitati spostamenti dovuti in alcuni casi alla quarantena, prendiamo proprio una postura doversa: spalle e collo tesi, braccia conserte, gambe incrociate.

Ci “dimentichiamo” di muoverci. E questo spesso ha per effetto di farci sentire ancora più tesi e preoccupati.

Per non parlare dei bambini che hanno, ancora più degli adulti, il bisogno fisico di scaricare le tensioni col movimento.

(Mai notato quanto più spesso i bambini litighino furiosamente quando sono obbligati a stare fermi molto tempo?).

Leggevo recentemente che anche l’apprendimento viene inibito dall’immobilità, e rinforzato dal movimento.

Un modo semplice per riportare un po’ di allegria e di risate in movimento pur essendo costretti in casa? Metti su della musica e ballate.

Fai ballare i bambini, balla anche tu. Fanne un appuntamento fisso quotidiano e ne vedrai i benefici!

Potrebbe interessarti anche:  40 e + canzoni per bambini che piaceranno anche a te – in 4 lingue diverse!

Idea per sopravvivere a noia e tensione #2: Usare cartone e rotoli della carta igienica per inventare

I bambini sviluppano moltissime competenze coi lavori manuali e creativi, e generalmente si divertono anche molto, soprattutto quando sono lasciati liberi di esplorare.

Spostamenti e acquisti limitati al minimo indispensabile? Prendiamola come un’opportunità per stimolare al massimo la creatività: possiamo setacciare la casa alla ricerca di materiali da riutilizzare come le vecchie riviste accumulate, i rotoli di carta igienica, gli scatoloni delle compre online.. tanti ingredienti per costruire mondi immaginari, giochi effimeri, collage stravaganti.. o se te la senti, per lanciarvi in progetti più complessi (su youtube c’è davvero l’imbarazzo della scelta).

Potrebbe interessarti anche: Le attività da fare coi bambini per stare bene insieme quando hai poco tempo. Istruzioni per l’uso!

Idea per sopravvivere a noia e tensione #3: Il Gioco del Disegno

gioco-disegno-sorpresa-poster-sopravvivere-noia-tensione
Il Gioco del disegno a sorpresa – per fare un poster colorato che stimoli la fantasia di tutta la famiglia

C’eravamo solo io e mio figlio in casa, e ne avevo abbastanza dei soliti due o tre giochi da tavolo che facciamo sempre.

La rivista francese cui è abbonato ci ha fatto accendere la lampadina: un poster da fare insieme.

Capitava a fagiolo perché mio figlio non è un amante del disegno e stavamo cercando altri modi per fargli sviluppare meglio la motricità fine.. e l’idea secondo me è proprio divertente per qualsiasi età.

Il gioco prevede di avere un grande foglio di carta e dei colori, e di pescare a turno una carta da due mazzi: in uno, le carte indicano cosa disegnare, e nell’altro come.

Case minuscole, farfalle tremolanti, puntini senza alzare la matita dal foglio, e così via, fino a riempire il foglio.

Ci è piaciuto davvero tanto farlo insieme, e ho pensato di ricreare una versione che puoi scaricare e stampare – e poi arricchire eventualmente con altre idee!


Idea per sopravvivere a noia e tensione #4: Le emozioni sono contagiose – le cose che mi fanno stare bene

quaderno-cose-belle-sopravvivere-noia-tensione-quarantena
Il quaderno delle cose belle – per allenarci a concentrare la nostra attenzione su ciò che ci fa stare bene, ogni giorno

Il nostro cervello è calibrato per portare la nostra attenzione su ciò che non va – ottima tecnica di sopravvivenza.

Meno utile quando dobbiamo combattere contro il martellamento delle brutte notizie per mantenere una parvenza di positività nella nostra vita.

Il punto è che a ben vedere, ci sono un sacco di cose di cui sorridere..

  • Dei momenti di condivisione e sensazioni positive nell’arco della giornata.

  • Anche solo i vetri delle finestre che brillano dopo che abbiamo finalmente preso il tempo per pulirli.

  • Un sugo riuscito particolarmente bene.

  • Il disegno con scritto “ti voio bene mamma”.

Proprio a causa di questa tendenza alla negatività, abbiamo bisogno di più cose positive per controbilanciare quelle negative, e il problema è che ce le dimentichiamo.

Se non ci prestiamo la dovuta attenzione, ci dimentichiamo dell’espressione buffa di nostro figlio che ci ha fatto sciogliere. O della carezza che ci ha commosso.

Di quella frase nel libro che stavamo leggendo che ci è sembrata proprio giusta.

Abbiamo bisogno di un momento nella giornata in cui ricordarcele, e appuntarcele.

L’esercizio diventa essenziale in periodi come questi in cui fatichiamo a vedere “il lato positivo”!

L’esercizio della felicità. Le 3 cose belle di oggi

Se stai pensando alla banalità e stucchevolezza di scrivere 3 cose belle che ti accadono ogni giorno, ti fermo subito: ci sono diverse ricerche in merito (puoi cercare Sheldon e Lyubomirsky, 2004; e Martin Seligman nel 2005).

I livelli di felicità e benessere registrati dai partecipanti allo studio (che consisteva, appunto, nell’appuntarsi ogni sera le cose belle accadute) aumentano con il tempo. + 2% dopo una sola settimana; +5% in un mese; +9% dopo 6 mesi.

Magari un 9% di felicità in più non suona come un miracolo, ma allo stesso tempo.. viene raggiunto senza cambiare niente di significativo alla nostra vita. Solo due minuti per riflettere e scrivere:

  • Un modo significativo in cui hai usato il tuo tempo oggi;

  • Una cosa bella che ti è successa mentre lavoravi;

  • Un aiuto o sostegno che hai ricevuto da qualcuno;

  • Un atto di gentilezza o generosità che hai compiuto;

  • Una cosa che ti ha fatto sorridere, anche solo interiormente.

Mi sembra che mai periodo storico sia più appropriato per iniziare e provare! Per facilitarti il compito, ho creato un quaderno delle cose belle, spero che ti piacerà!


Potrebbe interessarti anche: 5 semplici gesti per ritrovare la tua energia positiva (e approfittare davvero di figli, famiglia, amici..)

Idea per sopravvivere a noia e tensione#5: Fare un mini orto casalingo coi bambini

genitore-giardiniere-seme

Niente di sofisticato: un po’ di terra, qualche semino e un paio di vasi da mettere vicino a una finestra ben esposta.

L’anno scorso avevamo proprio preso il tempo di monitorare la crescita delle nostre piantine con un piccolo quaderno; per ora, invece, ci limitiamo a osservare.

Pomodorini e melanzane, seguiranno zucchine e girasole.

Non è tanto importante il risultato, quanto i mille messaggi nascosti dietro al gesto di coprire delicatamente un seme con la terra fresca, bagnarlo regolarmente con l’acqua, e aspettare.

Veder germogliare le prime foglioline ha sempre un che di miracoloso per tutti, e non mi viene in mente nessuna attività più educativa, a prescindere dall’età.

Potrebbe interessarti anche: La metafora del genitore giardiniere: perché tuo figlio non lo fa apposta

Idea per sopravvivere a noia e tensione#6: Mantenere il più possibile una (nuova) routine

Un ultimo appunto. Vista la situazione attuale, che cambia di giorno in giorno, può essere difficile parlare di routine (altro che mantenerla!).

Però per i bambini ancora più che per gli adulti è una fonte enorme di sicurezza.

Prendete insieme carta e penna e disegnatevi un calendario giornaliero e settimanale in cui rappresentare le attività principali, e cerca di dare il più possibile una regolarità.

A maggior ragione se noi genitori siamo un po’ tesi e preoccupati, più diamo modo ai nostri figli di sentirsi in controllo della situazione, e meno esploderanno in comportamenti per noi difficili. E speriamo che passi presto.</p^>

Potrebbe interessarti anche: 5 Fatti per cui la routine agli occhi dei bambini è fonte di libertà (e non una costrizione)


Fonti, riferimenti, approfondimenti

Ecco un elenco di siti, libri e articoli consigliati o da cui mi sono ispirata!

Nota : i link verso Amazon.it o www.ilgiardinodeilibri.it sono affiliati: significa che se clicchi e decidi di effettuare un acquisto, io percepisco una piccola commissione senza costi aggiuntivi per te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.